Economia



Il corso si articola in tre parti sulle quali si riportano alcune considerazioni formulate a fine luglio.

- L'economia mondiale procede su terreno positivo (PIL intorno al 3%), ma permangono i rischi di ulteriori restrizioni al commercio internazionale ed i pericoli di nuovo shock di natura geo-politica, climatica ed ambientale. Si registrano altresì indizi di rallentamento dell'economia statunitense.

- In Europa, le recenti elezioni del Parlamento dell'Unione e il rinnovo delle più importanti cariche istituzionali potrebbero costituire i presupposti per il necessario rilancio, anche se in merito alle scelte delle personalità non si notano progressi sostanziali rispetto al passato. L'economia dell'Eurozona permane debole in particolare con riferimento ai settore manifatturiero.

- In Italia, la stagnazione dell'attività produttiva e i problemi derivanti dalle continue fibrillazioni politiche fra le forze di governo enfatizzano i problemi di fondo del Paese rappresentati da uno spread ancora elevato, dal debito pubblico eccessivo e da diffusa disonestà. Banco di prova difficile e rischioso sarà la formulazione della prossima legge di bilancio per il 2020, anno per il quale è prevista una modesta ripresa economica.

Docente: Aldo Sorci
Numero di lezioni: 13
Giorno: Mercoledì
Orario: 15.30-17.00
Inizio: 13 novembre 2019
Costo: 15 euro