Etruscologia 2

Le “memorie” dell’antico. Appunti per la storia della Collezione Oddi Baglioni fra ville di famiglia e Museo Archeologico di Perugia. 


La poliedrica Collezione Oddi Baglioni, nata a Perugia nel XVII sec. per iniziativa dell’arcidiacono Giacomo Oddi, divenne nel corso del tempo una raccolta d’arte e curiosità conosciuta per il suo prestigio in tutta Europa, ampliandosi notevolmente fra seconda metà ‘700 e primi anni del secolo successivo grazie al “coltissimo” Conte Alessandro Baglioni, che sposò l’ultima discendente degli Oddi, Caterina. Con queste nozze “epocali” le due famiglie perugine Oddi e Baglioni, mettendo fine alle secolari ostilità, divennero un unico casato che riunì, oltre al nome, anche un ingente patrimonio.

Ma già poco dopo la morte di Alessandro, nel 1814, cominciò per la Collezione un progressivo smembramento, solo in parte arginato da fortuite circostanze di preservazione dei materiali, e dall’intervento diretto dell’archeologo G.B. Vermiglioli, che fece confluire molti reperti nell’allora costituendo nucleo del Museo Archeologico.

Quello che proponiamo in questa sede è proprio un percorso a ritroso nel tempo, attraverso il quale indagheremo le travagliate vicende della sezione di Antichità della Collezione, dagli esordi
barocchi di S. Matteo degli Armeni agli ultimi disiecta membra di Villa del Colle del Cardinale, la bellissima residenza d’ozio della famiglia ai piedi del Monte Tezio.

1° incontro – Una “camera delle meraviglie” a Perugia. La nascita della Galleria di Giacomo Oddi

2° incontro – Il Conte e l’Archeologo. L’ampliamento della sezione antica della Collezione

3° incontro – Misteri templari e massonici a Villa del Colle?  Appunti per una ipotesi di rilettura dei manufatti archeologici

4° incontro - Visita alla Villa del Colle del Cardinale

Docente: Sabrina Batino
Numero di lezioni: 4
Giorno: Giovedì
Orario: 17.15-18.45
Inizio: 26 marzo 2020
Costo: 10 euro